Telefono erotico bondage

Telefono erotico bondage

Se sei un amante delle maniere forti e vuoi ridare tono alla tua vita sessuale, allora non puoi fare a meno di chiamare i numeri erotici padrone.

899.728.919

telefono erotico bondage

Ti piace farlo sporco e spregiudicato? Prova il telefono erotico bondage!

Il bondage è un termine utilizzato per descrivere i “legamenti”. Nell’universo del porno e dell’erotismo, con questa parola si descrive quindi un particolare modo di fare sesso: un sesso nell’ambito del quale una delle due parti (generalmente l’uomo) viene legato, ammanettato al letto e costretto a rispondere agli ordini della padrona di turno. Un sesso in cui, ogni qualvolta lo schiavetto di turno non si allineerà ai voleri della sua donna, scattano allora delle aspre punizioni che possono provocargli anche molto dolore!

“La mia esperienza di dominatrice al telefono erotico bondage l’ho avuta in primo luogo con una donna e poi quasi sempre con degli uomini. Ricordo in particolar modo un’esperienza vissuta tempo fa con uno dei tanti clienti che sono soliti chiamarmi per divertirsi un po’ con me: quel signore – che nella vita privata era ed è tuttora un affermato giurista – mi propose di legarlo e di dargli piacere attraverso dei modi di fare che da parte mia avrebbero dovuto essere forti, a tratti quasi autoritari.

Naturalmente gli diedi corda, per cui nei minuti successivi lo legai al letto, lo frustai, lo picchiai e a un certo punto, quando gemeva di dolore e sembrava non poterne proprio più, salii su di lui premendogli la mia figa sul suo viso. Gliela strusciavo in faccia fino a bagnarlo del mio liquido, e anche una volta venuta gli imposi di continuare a leccarmela come se non ci fosse stato un domani: in faccia era praticamente fradicio, ma tutte le volte che mi contatta non fa che ringraziarmi di quell’esperienza e si vuole far promettere che quando avrà del tempo libero per farlo, gli dovrò replicare quell’avventura per lui super esaltante.

899.728.919

Lui era talmente tanto eccitato che a quel punto ritenni opportuno di farlo venire anche a lui. Perciò glielo presi in bocca, e aiutandomi con dei colpi di lingua e strisciando le mie labbra sul suo cazzo duro e sudato mi eccitava da morire vederlo dimenarsi come un porco maiale. Lo graffiai con le mie unghia super affilate mentre continuavo a ciucciargli l’uccello, fino a quando anche lui non venne in un orgasmo che tuttora è solito definire “indimenticabile”! Ma ora sono qui perché voglio provare qualcosa di molto simile – se non proprio uguale – anche con te. Ci stai, vero?”.